caffè-in-cialde-borbone-nespresso-chicchi-grani

Tutto quello che c’è da sapere sul caffè

Chi ama il caffè lo sa bene, quando si parla di caffè si apre un mondo sacro e inviolabile. Espresso, Americano, d’orzo o di cicoria. Uno dei prodotti italiani più conosciuti al mondo.

 

Il caffè non è un semplice alimento – o meglio – non è una bevanda e basta, ma è un rito che evoca socialità, condivisione e ospitalità.
Basta pensare a come un prodotto non originario della nostra penisola si sia perfettamente integrato e abbia acquisito una posizione di centralità nei momenti di vita quotidiana: “ti aspetto da me per un caffè” come invito informale e adatto a qualsiasi ora, “ok, pausa. Caffè?” tra colleghi…fino a vignette, slogan e post “la vita appare molto più bella dopo un caffè”.

 

Caffè Espresso

La vita degli italiani ruota intorno all’espresso. Per noi è IL caffè, “un normale” come ordineremmo al bancone la mattina o in pausa pranzo che si discosta dall’americano e da tante altre forme.
L’espresso nasce dalla torrefazione, ovvero il procedimento con cui si sottopone una sostanza a un riscaldamento lento e a temperature elevate (si parla di 200-220°C) per disidratarla, abbrustolirla e modificarne la composizione chimica. Una particolare forma di tostatura che, come da manuale, fa subire al caffè alcune trasformazioni quali la caramellizzazione degli zuccheri e la carbonizzazione della cellulosa, che conferiscono al chicco il suo colore tipico, nonché la formazione dei composti volatili che gli danno il tipico aroma del caffè tostato. Va ricordato che parte della caffeina si perde principalmente a causa delle alte temperature. Per questo motivo si dice che il caffè verde ha una concentrazione di caffeina più elevata rispetto al un caffè “normale”. Il metodo di torrefazione più apprezzato è quello a “tamburo rotante” che permette di uniformare la tostatura grazie all’azione di alette rotanti che mescolano i chicchi sottoposti a getti di aria calda.

Cosa differenzia l’espresso dalla versione casalinga moka?

  • La dimensione della polvere macinata;
  • Il processo di estrazione.

Nell’espresso la polvere di caffè ottenuta dalla macinazione dei chicchi torrefatti è solitamente più fine rispetto a quella utilizzata per la moka anche se il grado di finezza dipende molto da macchina a macchina. L’estrazione nella macchina da espresso da un punto di vista chimico viene definito solido-liquido, avviene a pressione più elevata e consente di ottenere un prodotto più cremoso dal momento che l’acqua non arriva a bollore. La moka invece sfrutta la pressione dell’acqua che arrivando a sfiorare il bollore, si espande e viene incanalata verso il filtro dove si trova depositata la polvere di caffè. Ovviamente la pressione che esercita l’acqua è di poco superiore a quella atmosferica e più bassa di quella della macchina per espresso.
Da qui poi abbiamo tutte le varianti di espresso corto, lungo, macchiato e corretto.

Caffè-espresso

Caffè Americano

Solitamente poco gradito agli italiani il caffè americano è un prodotto ottenuto mediante una tecnica diversa per la preparazione del caffè. E’ sbagliato chiamarlo “caffè annacquato” o in maniera ancora più dispregiativa “acqua sporca” perché non è un espresso allungato.
L’estrazione avviene senza pressione, infatti può avvenire o per semplice infusione o attraverso strumenti appositi. Ciò che fa cadere in errore è il voler fare il paragone tra i due prodotti: l’espresso risulta corposo per tradizione, mentre il caffè americano essendo oggetto di infusione, è inevitabilmente più delicato. Non è quindi la presenza di un maggior quantitativo d’acqua che differenzia il caffè americano dall’espresso, ma una tecnica di preparazione senza dubbio più complessa. Inoltre, l’autentica miscela del caffè americano è leggera, non troppo amara e non molto corposa, ma il contenuto di caffeina non è certo inferiore visto che trattandosi di un’estrazione più lunga la concentrazione finale è maggiore.

 

Caffè d’Orzo, di Cicoria e Ginseng

Dato che la pausa caffè è sì necessità, ma anche socialità, esistono delle alternative per chi non gradisce il caffè o per chi non tollera la presenza di caffeina.

  • Il caffè d’orzo quello più conosciuto anche dalle mamme perché lo si dà ai bambini nel latte del mattino – è una variante che prevede l’utilizzo dell’orzo tostato che viene macinato finemente da renderlo solubile in acqua calda. In Oriente è molto diffusa anche la tisana di orzo, meno utilizzata in Italia che risulta meno scura e più diluita.
  • Il caffè di cicoria è definito come “il caffè di una volta”. Chi aveva la possibilità di coltivare la cicoria faceva un decotto con i grani, filtrava e lo serviva al posto del caffè che in periodo di guerra era ritenuto un bene di lusso. Assomiglia più a una tisana e in effetti veniva usato anche per scopi terapeutici benefici per l’intestino.
  • Il caffè al ginseng è una miscela di acqua, estratto di ginseng, caffè e spesso caramello e latte. Molto gustoso e gradevole è apprezzato da chi ha bisogno di una carica e di un buon tonificante (l’azione del ginseng), ma senza dover ricorrere alla caffeina che invece si dice che agiti di più.

 

Caffè in Capsule e Cialde

Spopolano ormai da anni sul mercato italiano per la loro praticità e velocità di preparazione. Si tratta di caffè pre-porzionati suddivisi in base alla tostatura, all’aroma e alle caratteristiche finali del prodotto. Necessitano di macchine apposite che come funzionamento assomigliano alla macchinetta da espresso. Le capsule rinchiudono il caffè in un rivestimento di alluminio, mentre la cialda presenta solo una bustina simile a quella del the.

 

Caffè: Caratteristiche Nutrizionali

Il caffè è acalorico, pertanto facilmente inseribile anche nelle diete dimagranti. Ci sono professionisti che lo inseriscono appositamente per stimolare l’adrenalina tramite il contenuto di caffeina e quindi bruciare velocemente i grassi e in contemporanea accelerare il metabolismo come farebbe l’esercizio fisico. Infatti in una dieta su modello mediterraneo si possono consumare fino a 3 tazzine di caffè espresso al giorno.

acquistare-caffè-online

 

Alcuni dei nostri caffè artigianali

Torna su