Come vendere salumi online: tutte le indicazioni e i suggerimenti di Casa Sapori.

Come vendere salumi online

In questo articolo ci rivolgiamo a tutti quei salumifici che producono salumi con metodi artigianali e tradizionali e che hanno costruito il proprio successo, magari da generazioni. Stai cercando come vendere salumi attraverso un canale digitale? Vendere oggi salumi online è possibile e può essere un canale di vendita rilevante per la tua attività. Ma da dove si può iniziare? Affrontiamo un passo alla volta.

Vendere salumi significa raccontare un’esperienza. Significa trasmettere le emozioni che provengono dai luoghi dove vengono allevati gli animali, come vengono curati e infine come è la produzione di salumi, passando dalle storie e le tradizioni più profonde.

A chi si può vendere salumi online oggi? Quando parliamo di “online” si pensa soprattutto ai consumatori finali, in realtà l’opportunità più rilevante è la vendita online ad altre partite iva: distributori, ristoranti, negozi, etc.

L’opportunità è grande, ma bisogna saper fare le scelte corrette.

 

Vendere salumi online: gli aspetti da considerare

Cosa intendiamo per salumi? Per salumi intendiamo principalmente i seguenti prodotti tipici italiani:

  • Prosciutto Crudo
  • Prosciutto Cotto
  • Mortadella
  • Salame
  • Wurstel
  • Pancetta
  • Coppa
  • Speck
  • Bresaola

Per vendere online questi prodotti occorre avere una Partita IVA oppure appoggiarsi ad un’azienda che abbia tale requisito. In realtà la partita IVA è necessaria già nel momento in cui si vuole aprire un salumificio. Normalmente è necessario rivolgersi all’Agenzia delle Entrate per richiedere la partita IVA.

Per farlo, è necessario utilizzare il modello apposito reperibile presso gli sportelli oppure direttamente online collegandosi al sito dell’Agenzia delle Entrate. Una volta compilato completamente, il modulo va spedito per raccomandata con ricevuta di ritorno, online oppure presentato direttamente a mano.

Inoltre, sono da effettuare l’iscrizione al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio e le iscrizioni all’INPS e all’INAIL. Oggi, per ottemperare a questi passaggi burocratici, esiste la possibilità della Comunicazione Unica. Una pratica informatica efficace ideata per facilitare il rapporto tra la Pubblica Amministrazione e le imprese.

Utilizzando tale strumento, con una sola procedura si assolvono gli adempimenti nei riguardi dell’Agenzia delle Entrate, della Camera di Commercio, dell’INAIL e dell’INPS. Un modo valido per velocizzare notevolmente i tempi. Per finire, occorrono la SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) da presentare al Comune di riferimento e i permessi in merito all’idoneità degli ambienti dal punto di vista igienico-sanitario.

Diciamo dunque che per vendere online i propri salumi bisogna essere in regola con tutte le documentazioni dell’attività. Sconsigliamo di approcciare la vendita online di salumi “fatti-in-casa”, perché nel caso in cui ci siano dei controlli sarà necessario risponderne.

 

Vendita al minuto e vendita a ristoranti, negozi e Partite IVA

La vendita online di salumi può avvenire sia a clienti finali sia ad aziende.

Nel primo caso è necessario avere un proprio registro dei corrispettivi per segnare ciascuna vendita. A volte questo servizio viene dato dalle piattaforme online, come con la vendita di salumi attraverso Casa Sapori: oltre alla vendita online, si occupa della registrazione e tu dovrai solamente emettere una fattura a fine mese di tutte le vendite. Più semplice e immediato.

Invece, la vendita online a ristoranti o negozi funziona come nel canale tradizionale, per cui sarà necessario emettere regolare fattura elettronica.

 

Etichette e codici EAN

Se volete iniziare a vendere salumi online dovrai realizzare la tua etichetta e indicare tutte le informazioni previste dalla normativa. Tra l’altro proprio a fine 2020 c’è stato un cambiamento normativo in tal senso e ci sono nuove direttive per le etichette dei salumi. Per sapere quali sono le informazioni obbligatori da indicare in normativa leggi il nostro articolo “Etichetta trasparente per i salumi Made-in-Italy “.

Per le etichette ci sono due vie: puoi utilizzare delle etichette “bianche” e semplici, senza il tuo logo aziendale con le informazioni essenziali sul prodotto. Oppure, se hai voglia di “curare” il tuo brand, puoi creare un’etichetta più “visuale”. In questo secondo caso devi affidarti probabilmente a chi ha competenze grafiche. Eventualmente puoi chiedere anche a Casa Sapori, con cui potrai avere le tue etichette personalizzate in pochi giorni e a cifre davvero vantaggiose. Abbiamo realizzato più di 500 etichette per produttori di eccellenze made-in-Italy: se vuoi qualche informazione in più, non devi far altro che scriverci.

All’interno dell’etichetta dovrà essere anche indicato il codice EAN, che rappresenta un codice univoco della tua azienda e dei tuoi prodotti. I codici EAN possono essere acquistati ad una cifra non considerevole sul sito di GS1 Italy. GS1 Italy è l’unico ente autorizzato a rilasciare codici a barre GS1 (EAN) in Italia.

 

Come vendere salumi all’estero?

Diamo uno sguardo al mercato dei salumi italiani. Secondo il report di ASSICA (basato su dati ISTAT), la produzione annua di salumi italiani è pari a 8.2 mld € ovvero 1.176k tonnellate, ripartita nei diversi prodotti come segue:

  • Prosciutto Crudo – 2.2 mld €, ovvero 282k ton
  • Prosciutto Cotto – 2.0 mld €, ovvero 289k ton
  • Mortadella – 0.7 mld €, ovvero 164k ton
  • Salame – 1.0 mld €, ovvero 113k ton
  • Wurstel – 0.2 mld €, ovvero 60k ton
  • Pancetta – 0.2 mld €, ovvero 50k ton
  • Coppa – 0.3 mld €, ovvero 42k ton
  • Speck – 0.3 mld €, ovvero 34k ton
  • Bresaola – 0.3 mld €, ovvero 18k ton
  • Altri salumi – 0.9 mld €, ovvero 122k ton

Ma quali sono i principali Paesi che acquistano salumi italiani? Sempre secondo il report di ASSICA, l’Italia esporta salumi per 181.000 tonnellate/anno che corrispondo a 1.5 mld €, per cui circa il 20% della produzione annua viene venduta all’estero, il resto è consumata tutta in Italia. Vediamo qui di seguito la quantità di prodotti esportata:

  • Prosciutto Crudo –72k ton (25% della produzione)
  • Prosciutto Cotto – 20k ton (7% della produzione)
  • Mortadella, wurstel, cotechini e zamponi – 39k ton (17% della produzione)
  • Salame – 33k ton (29% della produzione)
  • Pancetta – 5k ton (10% della produzione)
  • Bresaola – 4k ton (22% della produzione)

Qui di seguito i principali Paesi Europei dove esportare salumi italiani:

  • Germania – 330 mln€, ovvero 35K ton
  • Francia – 281 mln€, ovvero 36K ton
  • Regno unito (pre Brexit) – 170 mln€, ovvero 16K ton
  • Belgio – 90 mln€
  • Austria – 65 mln€, ovvero 8K ton
  • Spagna – 30 mln€, ovvero 7K ton

Qui di seguito i principali Paesi Extra-Europei dove esportare salumi italiani:

  • Stati Uniti – 116 mln€, ovvero 10K ton
  • Canada – 23 mln€, ovvero 36K ton
  • Svizzera – 75 mln€, ovvero 5K ton
  • Giappone – 40 mln€, ovvero 4K ton

Ogni Paese ha le sue peculiarità e le sue normative. In generale, il regolamento prevede quanto segue:

Verso Paesi Comunitari

Premesso che negli scambi all’interno della Comunità non si tratta di esportazione, ma di normale commercializzazione, in ambito UE si applicano le disposizioni relative alle denominazioni e alle definizioni previste nell’allegato I del regolamento CEn. 865/04, del Reg. (CE) n. 1019/02 e, ove compatibili con il Paese di destinazione, del D. lgs. 109/92.

Verso Paesi Terzi

Per la commercializzazione dei prodotti verso i Paesi Terzi si applicano le denominazioni e le definizioni previste nell’allegato I del Regolamento CE n. 865/04 nella misura in cui sono compatibili con le norme obbligatorie internazionali e nel rispetto delle disposizioni vigenti nel Paese di destinazione del prodotto.

 

Il magazzino di un prosciuttificio organizzato per vendite internazionali.

 

Ma come iniziare a vendere salumi online?

Di seguito ti proponiamo alcuni consigli.

 

Definisci il tuo obiettivo

Prima di affrontare qualunque investimento, dovresti chiarire l’obiettivo che vorresti raggiungere con la vendita online. In realtà, devono essere definiti diversi obiettivi.

  • Perché vuoi vendere online?

La prima domanda a cui rispondere, può essere scontata, ma ti aiuta a ragionare sul perché stai facendo questa scelta. Sappi che la risposta “per vendere di più” non ha senso e probabilmente stai partendo già con il piede sbagliato. Sicuramente la vendita online è un progetto di medio lungo termine e anche i tuoi obiettivi devono essere tali. Non ha senso avvicinarsi all’online pensando di investire una cifra senza avere un progetto strategico alle spalle. In Casa Sapori possiamo aiutarti a definire i tuoi obiettivi.

 

Risultati economici attesi

Quante vendite vorresti fare dalla vendita online di salumi nei primi 3 anni? E quanto sei disposto ad investire? E’ importante definire il budget di spesa in modo tale da definire un obiettivo di vendita coerente.

 

Organizzazione

Vendere online richiede risorse, persone e tempo. Hai pensato di assumere una persona e creare un team per gestire questo canale? Chi sente i clienti? L’assistenza? Il caricamento dei prodotti? La pubblicità? insomma, chi gestirà il tuo business online?

 

Target clienti o “personas”: a chi vuoi vendere online?

Clienti finali? Forse meglio puntare sulla clientela business (con partita iva per intenderci). In Italia o anche all’estero? E’ fondamentale decidere la clientela target, perché in base alla tipologia si imposteranno delle attività e delle campagne di comunicazione differenti.

 

Strumento per la vendita

Come hai in mente di creare il tuo e-commerce? Quanto sei disposto a spendere? Stai pensando di crearti un sito da solo, magari affidandoti all’amico di turno oppure hai pensato di utilizzare delle piattaforme già pronte? Valuta bene pro e contro. Possiamo aiutarti a valutare bene questa scelta in Casa Sapori.

 

Le spedizioni

Come ti stai organizzando con le spedizioni? A quali corrieri ti appoggerai?

Ad esempio con Casa Sapori non è necessario aprire un contratto con spedizionieri perché potrai utilizzare gli accordi molto vantaggiosi già sottoscritti dai partner con la piattaforma. E’ sufficiente concordare il ritiro della merce e via.

Addirittura puoi anche usufruire del magazzino di Casa Sapori, in questo caso il cliente pagherà un’unica spedizione e sarà più probabile che acquisti i tuoi prodotti perché non pagherà una spedizione aggiuntiva. La scelta del corriere e del modello logistico che si vuole adottare è fondamentale nella vendita online, per saperne di più leggi il nostro articolo “Come spedire alimenti in Italia e all’estero”.

 

Contenuti

Lo sapevi che avere foto e video di qualità aumenta del 50% le possibilità di vendita online? Dovrai affidarti a dei professionisti anche in questo: fotografo e grafico sono il minimo indispensabile. Come comunicherai gli elementi che rendono unici i tuoi prodotti? Quali sono? Se non vengono comunicati bene, c’è il rischio di far passare inosservato il tuo prodotto artigianale in mezzo agli altri migliaia presenti sul mercato.

 

Traffico online

Una volta realizzato il sito, come pensi di portare visitatori e potenziali acquirenti sul tuo sito? Pubblicità a pagamento? Promozioni? Email marketing? Blog? Inbound sales?

 

Social media

Instagram? Facebook? Google? Che attività pensate di fare sui social media, come pensate di attirare nuovi “follower” interessati al vostro prodotto?

 

Come vedi il mondo online è molto variegato e ti consigliamo di affrontarlo insieme a dei professionisti. Anche solo per farti aiutare nelle scelte. Se hai già le risposte ben chiare, un parere e un confronto con qualche esperto del “settore” è fondamentale, può essere anche un vostro amico o conoscente, qualcuno di cui vi fidiate insomma e che sia competente. Se anche confrontandoti con chi fa di lavoro vendita online, avrai confermato le tue scelte non ti resta che partire.

Casa Sapori aiuta i produttori di salumi a creare la propria vetrina online in meno di 2 ore. Visita la pagina “Servizi per i produttori”, crea la tua vetrina e carica i tuoi prodotti, al resto ci pensiamo noi. Non dovrai occuparti di altro. Potrai raggiungere oltre 500 imprenditori che hanno ristoranti, negozi o attività di distribuzione locale che acquistano regolarmente salumi su Casa Sapori.

Cosa Aspetti?

Torna su

Con Casa Sapori puoi far crescere la tua azienda in Italia e all'estero

Come se fossi in fiera 365 giorni all'anno