Come cucinare il farro perlato: la guida di Casa Sapori.

Come cucinare il farro perlato

Famoso ancora oggi e amato per le sue proprietà nutrizionali e salutari è l’ingrediente ideale per la realizzazione di molte ricette.

Le origini del farro molisano

Il farro è un cereale dalle origini antichissime, coltivato e utilizzato dall’uomo fin dal neolitico.
Il Molise vanta un’antica storia e tradizione inerente al farro “Dicocco”, basti pensare che i Sanniti stessi lo utilizzarono nella loro cucina e nelle loro cerimonie religiose.

 

Perché usare il farro perlato?

Il farro perlato non avendo più la glumetta è molto pratico e di facile e veloce preparazione per tanti piatti sfiziosi. Non bisogna metterlo ammollo, ma basta semplicemente sciacquarlo sotto l’acqua fredda prima di cucinarlo.

E’ un ingrediente molto versatile e con il suo aroma particolare, ma non troppo intenso, si adatta benissimo a molte ricette; si sposa perfettamente con carne, pesce e verdura per preparare antipasti, primi e secondi.

L’insalata di farro è un ottimo piatto freddo, soprattutto d’estate, che può essere arricchito con verdure di stagione come pomodori freschi o zucchine e insaporito da olive, mozzarella e basilico. Si possono realizzare dei gustosi dolci a base di farro con latte e zucchero oppure con l’aggiunta di miele, ricotta e cannella. Nelle giornate più fresche è l’ingrediente ideale per buonissime zuppe calde con fagioli, patate o ceci.

 

La cottura del farro perlato di Casa Sapori.

 

I metodi di cottura del farro perlato

Il primo è il più conosciuto e più utilizzato in cucina: il farro perlato lessato.
Per prepararlo non occorre molto tempo, basta lavarlo prima di cuocerlo in abbondante acqua per circa 20 minuti. Dopo la cottura il farro viene salato e insaporito da aromi e spezie; può essere utilizzato per le insalate estive, per preparare polpette di farro, come semplice contorno oppure per la preparazione di dolci.

Per un aroma più saporito si può utilizzare la cottura al vapore. Il farro perlato al vapore è adatto soprattutto per la preparazione di insalate fresche che si aromatizzano con varie pietanze. I tempi per la cottura al vapore sono più lunghi rispetto al classico farro lessato, ma donano aromi più intensi e gustosi.

Un’altra variante per la realizzazione di piatti a base di farro è il farrotto: Un classico della cucina italiana preparato con il farro perlato; un’alternativa originale al risotto con un ingrediente ricco di fibre e vitamine. Per la realizzazione del farrotto, il farro perlato viene tostato a crudo e cotto seguendo la procedura del risotto, aggiungendo il brodo vegetale un po’ alla volta. A seconda della stagione si possono creare tanti farrotti sfiziosi e saporiti per creare un unico piatto saziante e salutare.

Stai cercando prodotti al farro?

Torna su